General Tecnica e l’esperimento dei neutrini

C’è anche un po’ di General Tecnica nell’esperimento del CERN di Ginevra sulla rilevazione della velocità dei neutrini attraverso il progetto OPERA. Abbiamo infatti costruito tutti i rilevatori di particelle che compongono l’apparato Opera.Rilevatore elettronico di particelle I dati resi noti nei giorni scorsi dimostrano che i neutrini viaggiano ad una velocità di circa 60 nanosecondi superiore a quella della luce, il limite della velocità nel cosmo. Il risultato è stato ottenuto nell’esperimento CNGS (Cern Neutrino to Gran Sasso) e le anomalie sono state osservate dal rivelatore Opera, che ha analizzato il fascio di neutrini che dal Cern di Ginevra vengono lanciati verso i Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN). I nostri rilevatori hanno evidenziato che i neutrini impiegano 2,4 millisecondi per coprire la distanza, con un anticipo di 60 miliardesimi di secondo rispetto alla velocità attesa. 

Il risultato è stato ottenuto con una serie di misure ad altissima precisione, fatte in collaborazione con gli esperti di metrologia del Cern e di altre istituzioni. Considerando le straordinarie conseguenze sulle teorie generali della fisica di questi dati, il Cern ha comunicato che si renderanno necessarie misurazioni indipendenti prima di poter respingere o accettare con certezza questo risultato.

Pubblicato in News | Contrassegnato , , , |